La nostra storia

 L'allevamento degli Etruschi è il più antico allevamento italiano di boxer attualmente in esercizio. Nasce negli anni '60 dalla passione infinita per la razza di Claude Marchall e del marito Giuseppe Pitaresi, personaggi indimenticabili che hanno lasciato una impronta indelebile nel boxerismo italiano.

L'allevamento "Degli Etruschi" riceve nel 1962 il riconoscimento ufficiale da parte della Federazione Cinofila Internazionale , dell' Ente Nazionale della Cinofilia italiana, del Boxer Club d'Italia e diviene in breve uno dei più importanti d'Europa distinguendosi per la "tipicità" ed il "carattere"  dei suo soggetti. A conferma di ciò, risulta più volte vincitore tra le razze da utilità e difesa del Trofeo ENCI per le esposizioni di bellezza e del Trofeo Enci per le prove di lavoro.

Tanti i successi ottenuti nelle manifestazioni cinofile italiane ed estere: campioni italiani di bellezza, campioni internazionali di bellezza, campioni sociali di bellezza, campioni sociali di lavoro. E' uno dei pochi allevamenti che possono vantare i titoli di : Campione Mondiale, Campione Atibox, Campione Sociale assoluto. Fin qui il breve riferimento alle origini di questo prestigioso allevamento che non è rimasto chiuso al nuovo e che oggi viene condotto con grande competenza ed abilità da Edes Serafini e da GianLuca Serafini Baratozzi che hanno raccolto il testimone lasciato loro dai fondatori.

 

Accanto alla continuità nell'impegno per la selezione e la fissazione dei caratteri migliori della razza, l'allevamento continua la tradizionale presenza nelle gare con un elevato standard di successi ad ogni livello. Senza abbandonare l'addestramento tipico di un soggetto come il boxer che deve essere caratterialmente tranquillo e sicuro di sé, abituato e capace di selezionare immediatamente una situazione di rischio da ciò che pericolo non è, l'allevamento degli Etruschi ha introdotto corsi di addestramento e comportamento per un equilibrato rapporto tra cane e padrone, oggi una imprescindibile necessità del vivere urbano.
L'allevamento degli Etruschi, dunque, è nel presente della cinofilia italiana e dello sviluppo della razza del boxer e guarda al futuro per rinnovare sempre le affermazioni sui ring di bellezza e di lavoro e con la nascita di meravigliosi cuccioli.